Categorie
Video Società

La Second Life dell’Islam

Una società finlandese chiamata Muxlim ha creato una versione di Second Life appositamente per i musulmani. Qualunque musulmano gestisca il suo alter ego virtuale può contare su ambientazione e abitudini più familiari, come la possibilità di pregare cinque volte al giorno e farsi crescere la barba. Non mancano i divertimenti, dalla spiaggia allo shopping ai concerti. Banditi, però, sesso, droga e violenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *